Tracciabilità in un caseificio

....


DOMANDA: Salve,
mi occupo del sistema autocontrollo in un piccolo caseificio, in Calabria.
Vorrei sapere di più sulla gestione semplificata haccp e sulla tracciabilità
grazie T. R.

RISPOSTA: Salve! I caseifici sono attività che, purtroppo, non possono adottare le procedure semplificate. Occorre fare ricorso alla gestione classica del sistema haccp. Per quanto riguarda la tracciabilità, deve fare una procedura scritta che Le consenta di individuare i fornitori delle materie prime che impiega (fare una scheda con l'anagrafica dei fornitori da compilare una sola volta per ogni fornitore); deve individuare e registrare i lotti delle materie prime che impiega per la produzione giornaliera (latte, caglio, sale, fermenti, ecc) compilando un scheda di impiego ingredienti indicando la data di impiego, la materia prima che impiega, il fornitore ed il lotto); Deve creare un sistema di codici lotto che le consentano di risalire al giorno di produzione. Deve individuare i destinatari (acquirenti) del prodotto venduto con il relativo Vs. Lotto. In questo caso è un di più avere una scheda di consegna. Le suggerisco di fare ricorso ai documenti di consegna che già impiegate ove sono indicati i dati del cliente, i prodotti consegnati ed i relativi Vs. lotti. É opportuno creare un'anagrafica clienti con relativi telefono e fax per contattarli tempestivamente in caso di non conformità dei Vs. prodotti. Nella procedura indicare anche cosa fare in caso di non conformità. Augurandomi di aver soddisfatto la Sua richiesta, Le porgo i miei saluti
      
Per altre informazioni vedere in basso
--------
finanziamenti a fondo perduto

Nessun commento:

Posta un commento

commenti anche su info@cesaremartino.it